Dal dopoguerra ad oggi
La 72a dal dopoguerra ad oggi

Con l'armistizio dell'8 settembre 1943 il Primo Stormo Caccia si sciolse, e questo fu anche il destino della 72a Squadriglia.

Nel 1956 essa però venne ricostituita, all'interno del Primo Stormo Caccia Ognitempo, e venne equipaggiata con i caccia a reazione North American F-86K,  ma il reparto ebbe vita breve.

Nel 1959, venne ricostituita la 72ª Squadriglia Intercettazione Terrestre, in seno alla 1ª Aerobrigata I.T. ( Intercettori Teleguidati), non più equipaggiata con velivoli ma col sistema missilistico Ajax.

Stemma del 72°Gruppo Intercettazione terrestreNel 1964, in base al riordino dei reparti dell'Aeronautica Militare, la 72a divenne il 72° Gruppo I.T. che successivamente venne equipaggiato con i missili Nike Hercules.

Successivamente il 72° Gruppo I.T., erede delle tradizioni e della storia della 72a Squadriglia Caccia, ha cessato di far parte della 1a Brigata Aerea, che ha perso la sua componente di Intercettazione missilistica ed è diventata, in seguito alla riorganizzazione del 2007, un'unità prevalentemente rivolta all'addestramento delle truppe speciali e a compiti organizzativi.

I compiti di intercettazione della ex Aerobrigata I.T. sono stati in seguito acquisiti dal 2° Stormo di Rivolto (UD), ma il 72° gruppo I.T. ,  ha  continuato a svolgere il suo compito di difesa dello spazio aereo italiano, con nuovi mezzi ma con lo stesso spirito che lo ha sempre accompagnato in novant'anni di storia, fino al 2009, anno in cui è stato definitivamente soppresso, con la conseguente chiusura e definitiva dismissione  della base di Bovolone (VR).
Il celebre stemma dell'arciere, col motto : " Incocca, Tende, Scaglia"  è invece ancora oggi in uso e campeggia come simbolo della 1ª Brigata Aerea Operazioni Speciali.


I velivoli della 72a Squadriglia

Nieuport 11 "Bebe"


Hanriot HD1


Spad VII


FIAT CR 32


Macchi MC 200


Macchi Mc 202


Macchi Mc 205